immagine copertina
2

rivista semestrale
anno I · numero 2
luglio-dicembre 2009

Un possibile futuro per la formazione degli insegnanti di storia

Scritto da Gaetano Greco.

La decennale esperienza della formazione iniziale dei nuovi docenti della Scuola secondaria giunge mestamente ad un punto critico in conseguenza della chiusura delle SSIS con pochi tratti di penna, aggiunti a un provvedimento finanziario destinato a ben altre finalità e senza un dibattito pubblico che abbia permesso di valutare consapevolmente i meriti e i demeriti, le carenze e i successi dell’impresa condannata a morte. Sarebbe allora il caso di ripercorrere le vicende di queste Scuole di specializzazione nei diversi contesti locali in cui hanno operato, per riflettere almeno sull’eredità che possono ancora trasmettere ed eventualmente anche per ragionare sulla possibile continuazione delle loro pratiche virtuose.

Le riflessioni sull’esperienza delle SSIS Non mi pare che, almeno per quanto concerne la nostra disciplina, la storia, la ricostruzione e la riflessione su questo recente passato (un passato peraltro ancora «presente» fino alla primavera del 2009) evidenzino gravi ostacoli, perché negli ultimi anni si è venuta addensando tutta una serie d’interventi, sotto forma di voluminosi tomi, di compendiosi saggi in pubblicazioni miscellanee o atti di convegni, di più snelli articoli o anche solo interviste, sia sulla carta stampata (vuoi nelle tradizionali riviste storiche generaliste, vuoi nelle più recenti imprese editoriali come «Mundus») sia su siti Internet, come nel caso di «Reti Medievali» o della rivista elettronica «Storia e Futuro».

Forse non è stata una stagione aurea, ma innegabilmente sono stati anni laboriosi e fruttuosi. Probabilmente, e non paia una contraddizione, questo fiorire d’iniziative è dipeso anche da una reazione, tardiva ma lungamente covata fra i cultori della storia, a quella sciagurata marginalità e subalternità a cui la nostra disciplina è stata condannata oltre ottanta anni or sono dalla riforma di Giovanni Gentile. Una riforma mai troppo deprecata, meno a mio parere, per l’arcaica gerarchia dei saperi che ha imposto al nostro Paese.

Acquista questo articolo

Per acquistare solo questo articolo, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Casalini nel quale potrai effettuare l'acquisto e scaricare il singolo articolo.

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti, o vuoi regalare l'abbonamento alla rivista per un anno, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dove potrai richiedere l'abbonamento.

n. 2

Sommario

Di seguito è disponibile l'indice completo del numero diviso per le sezioni tematiche della rivista.
Fai clic su un titolo di sezione per espandere l'indice degli articoli contenuti.

Editoriale

Questioni

Ricerche

Dossier

Laboratorio

Panorama

Biblioteca

Strutture