immagine copertina
3·4

rivista semestrale
anno II · numero 3-4
gennaio-dicembre 2009

«Il futuro non è più quello d’una volta»

Scritto da Maria Teresa di Palma.

Nel 2009 ben sei convegni hanno affrontato le questioni didattiche e professionali connesse con l’avvento delle nuove tecnologie.

Manuali di carta e manuali informatici nel mirino di ricercatori e insegnanti

La Fiera del Libro di Torino 2009 è stata aperta dal dibattito tra Umberto Eco e Jean-Claude Carrière intitolato «Non sperate di liberarvi dei libri» e questo proprio nell’anno in cui il Ministero della Pubblica Istruzione ha emanato una circolare sull’adozione dei libri di testo che ne impone la digitalizzazione – almeno parziale – a partire dall’a.s. 2011/2012. La scuola quindi sarà la prima a dover fare i conti con l’innovazione tecnologica in campo editoriale e non solo.

Che conseguenze avrà ciò sull’insegnamento (e sull’apprendimento) della storia e della geografia? Certamente i libri diverranno meno pesanti, addirittura c’è chi pensa che l’insegnante potrà definitivamente liberarsene1 utilizzando l’abbondante materiale presente sul web e sembra così riproporsi l’annosa questione “manuale sì/manuale no”, ma – si sa – i problemi nella storia non si presentano mai con la stessa faccia. In questo caso, anzi, la questione si fa più complessa: con che criteri decidere quali contenuti tenere sul cartaceo e quali mettere on line?

Acquista questo articolo

Per acquistare solo questo articolo, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Casalini nel quale potrai effettuare l'acquisto e scaricare il singolo articolo.

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti, o vuoi regalare l'abbonamento alla rivista per un anno, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dove potrai richiedere l'abbonamento.

n. 3·4

Sommario

Di seguito è disponibile l'indice completo del numero diviso per le sezioni tematiche della rivista.
Fai clic su un titolo di sezione per espandere l'indice degli articoli contenuti.

Editoriale

Questioni

Ricerche

Ricerche monografiche

Dossier

La rivoluzione digitale

a cura di Alessandro Cavalli

Quando abbiamo deciso di dedicare i primi tre dossier di questa rivista, il primo alla rivoluzione neolitica, il secondo alla rivoluzione industriale e il terzo alla rivoluzione digitale abbiamo implicitamente fatto l’assunzione che quest’ultima è destinata ad avere un impatto sulle società umane comparabile a quello che hanno avuto le altre due. Ci siamo cioè trasformati mentalmente negli storici del futuro, immaginando che quando questi studieranno retrospettivamente l’epoca nella quale noi viviamo oggi la valuteranno così densa di cambiamenti da poter applicare tranquillamente ad essa il concetto di “rivoluzione”.


Laboratorio

Panorama

Biblioteca

Strutture