immagine copertina
5·6

rivista semestrale
anno III · numero 5-6
gennaio-dicembre 2010

4. Comuni borghesi e comuni aristocratici

Scritto da Giuliano Milani.

I manuali scolastici non sono refrattari ad accogliere revisioni e novità interpretative scaturite dalla ricerca sui comuni medievali. Lo dimostra, tra l’altro, la presenza di accenni alla composizione aristocratica dei ceti dirigenti cittadini del XII secolo. Tuttavia, la cornice generale in cui gli autori dei testi scolastici introducono precisazioni come questa è fondata su uno svolgimento generale della storia politica del Medioevo in cui i comuni hanno il ruolo dei distruttori di un ordine precedente fondato sulla lotta tra i poteri universali e dei traghettatori verso la modernità statale. Tale cornice depotenzia tali precisazioni e le rende elementi estranei, giustapposti solo precariamente alla superata narrazione principale.

1. I comuni della manualistica

Come ha scritto Antonio Brusa in un articolo apparso qualche anno fa nel “Cartable de Clio”, i comuni hanno una grande responsabilità nel “copione- base” della storia medievale dei manuali scolastici. A loro è affidato il compito di porre fine alla lotta fra universalismo e particolarismo che connota gran parte del Medioevo e quello di gettare “le basi di una nuova società, che attraverso le fasi politiche della signoria e del principato, porta allo stato moderno”. Come vedremo tra breve, l’attribuzione di questo ruolo da deus ex machina in un’evoluzione quasi millenaria ha una lunga storia e si deve all’incontro tra due grandi narrazioni di matrice sette-ottocentesca: quella europea che vede nella nascita della borghesia l’avvio della modernità e quella italiana secondo cui è proprio nei comuni che va rintracciata l’origine dell’identità nazionale.

Il risultato è che la posizione strategica occupata dai comuni nel discorso scolastico sul Medioevo rende particolarmente difficile la ricezione delle revisioni e dei ripensamenti che produce la storiografia. Anche quando ciò avviene e singoli punti vengono accolti nel canone, la resistente cornice in cui sono collocati non può che depotenziarli.

Acquista questo articolo

Per acquistare solo questo articolo, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Casalini nel quale potrai effettuare l'acquisto e scaricare il singolo articolo.

Abbonati alla rivista

Se vuoi abbonarti, o vuoi regalare l'abbonamento alla rivista per un anno, fai clic sul pulsante e sarai reindirizzato sul sito Palumboeditore dove potrai richiedere l'abbonamento.

n. 5·6

Sommario

Di seguito è disponibile l'indice completo del numero diviso per le sezioni tematiche della rivista.
Fai clic su un titolo di sezione per espandere l'indice degli articoli contenuti.

Editoriale

Questioni

Ricerche

Dossier

Laboratorio

Panorama

Biblioteca

Strutture